Vai al contenuto
Home » Le star spagnole brillano nelle serie Netflix: tra talenti affermati e giovani promesse

Le star spagnole brillano nelle serie Netflix: tra talenti affermati e giovani promesse

Tag:
08/07/2024 12:22 - Ultimo aggiornamento 08/07/2024 12:22

È iniziato tutto con La casa di carta (La casa de papel) e, poi, con Élite, prossima alla ottava stagione, Sky rojo e numerose altre produzioni che hanno acceso l’interesse verso i titoli che vengono dalla Spagna. Forse qualcuno lo avrà notato: i film e serie Tv spagnole che hanno “invaso” Netflix negli ultimi anni hanno segnato un fiorire di nuove star al femminile. Conosciamo meglio, dunque, le migliori attrici spagnole che hanno raggiunto la notorietà grazie alle loro interpretazioni, spesso da protagoniste assolute, e dove possiamo trovarle su Netflix. C’è, tra loro, chi è già molto famosa, come Lali Esposito, che è anche una apprezzata cantante, e chi, ne siamo certi, lo diventerà presto. Iniziamo, dunque, la nostra carrellata che non potevamo non pubblicare oggi, 8 marzo 2024, in occasione della Giornata internazionale della Donna. (Continua a leggere dopo la foto)
Leggi anche ► Machos Alfa, trama della stagione 2 della serie tv spagnola Netflix

serie spagnole netflix star femminili

Ti sei perso i titoli nuovi in uscita su Netflix questa settimana? Come sempre, sai che puoi trovare su Netflixmania i riepiloghi delle nuove uscite della settimana qui e la lista aggiornata delle migliori serie spagnole qui

Ursula Corberó (La casa di carta)

serie spagnole netflix star femminili

Nela fortunatissima serie in otto stagioni, tra gli otto ladri, ciascuno identificato con il nome di una città – che si barricano nell’edificio della Zecca di Spagna con alcuni ostaggi, per il colpo più ambizioso di sempre – Tokyo, alias Silene Oliveira, colpisce subito l’immaginario per la sua determinazione, il carattere forte e impulsivo e anche per il suo amore verso Rio, uno tra i suoi complici. È anche la voce narrante. Se non avete visto la serie, ci fermiamo qui, anche perché è la protagonista indiscussa del finale dell’ultima stagione. La interpreta Ursula Corberó. Nata l’11 agosto 1989 a Barcellona e ha iniziato a recitare già a 13 anni. Ma sapeva di voler fare l’attrice già a 5 anni, quando ha iniziato a lavorare in alcuni spot pubblicitari. Nella sua carriera ha lavorato con registi come Julio Medem (L’albero del sangue) e Isabel Coixet (Proyecto tiempo).
Leggi anche ► La serie “La ragazza di neve”, l’esaltante giallo spagnolo su Netflix

Esther Acebo (La casa di carta)

Ancora un’eroina de La casa di carta, anche se Monica alias Stoccolma si unisce alla banda in un secondo momento. Esther Acebo è nata a Madrid il 19 gennaio 1983 e si è laureata all’Università di Castilla-La Mancha in scienze dell’attività fisica e dello sport. Durante gli studi ha iniziato a studiare recitazione e ha esordito in un programma per bambini, Kosmi Club. Il 5 marzo 2022, con una foto pubblicata sui social, ha annunciato di essere diventata mamma di una bambina, chiamata Sol. Prima de La Casa di Carta, ha debuttato in televisione con la serie Ángel o Demonio, su Telecinco, e per il cinema ha recitato nel film di Ricardo Dávila Los encantados 2.
Leggi anche ► â€œSupersex” di Rocco Siffredi – una vera gemma, con Alessandro Borghi

Verónica Sánchez (Sky Rojo)

Verónica Sánchez Calderón è nata il primo luglio 1977 a Siviglia, in Andalusia. Ha studiato arte drammatica all’Esucuela Superior de Arte dramático della sua città e ha esordito in un film spagnolo sull’obesità, presentato al Festival del cinema di Venezia nel 2009 alle Giornate degli Autori. L’autore era Daniel Sánchez Arévalo, con cui è stata per lungo tempo fidanzata. Nel corso della sua carriera, si è aggiudicata per una volta il Premio dell’Unione degli Attori Spagnoli e ha ricevuto varie nomination, tra cui tre nomination al Premio Goya. Nel film Le 13 rose, del 2007, interpretava Julia. In Sky Rojo, nelle due stagioni, in interpreta Coral, una prostituta che nu tempo era una biologa e che, assieme ad altre due donne, Wendy e Gina, scappa dal locale in cui lavorano, il malfamato Las Novias Club, alla ricerca di una nuova vita.
Leggi anche ► La top 10 miniserie HORROR da guardare tutte d’un fiato

Lali Espósito (Sky Rojo)

In realtà non è un attrice spagnola, bensì argentina (di evidenti origini campane). In Sky Rojo è Wendy. Nata il 10 ottobre 1991 a Buenos Aires, nel suo paese Lali è una famosa attrice e cantante pop, che ha iniziato la sua carriera come attrice bambina nel 2003 in una serie tv per bambini, Rincón de Luz. È stata anche in una band teen pop, le “Teen Angels“. Il suo esordio al cinema è stato in La pelea de mi vida nel 2012. Tra un film, una serie e una telenovela, Lali ha anche inciso due album come cantante, A Bailar e Soy, e ha diviso il palco con Ricky Martin e Katy Perry.

Yany Prado (Sky Rojo)

Anche lei è di madrelingua spagnola: è cubana. Poi, a 11 anni, si è trasferita in Messico. Ha frequentato il Centro de Educación Artística di Televisa, dove ha studiato recitazione. Ha esordito nel 2010 interpretando Carolina nella serie televisiva messicana La rosa de Guadalupe e ha recitato in serie come La doble vida de Estela Carrillo e Tres Milagros. In Sky Rojo è Gina, la terza prostituta, una ragazza madre che si unisce a Wendy e Coral nella loro avventura.

Carla Diaz (Élite)

Carla Diaz è nata a Madrid il 19 luglio 1998 e i suoi genitori gestivano una scuola di danza, quindi si è dedicata alla danza fin da giovanissima. Già all’età di 9 anni, ha iniziato anche la sua carriera di attrice nella pubblicità. Il suo primo ruolo da attrice è stato nella serie misteriosa Punta Escarlata, seguita da altre serie, Tierra de lobosEl Príncipe e Seis hermanas. Nella stagione 4 di Élite è Ari, e fa la sua apparizione in piscina, in costume intero, durante una gara di nuoto. 

Martina Cariddi (Élite)

Di evidenti origini italiane, e, come leggiamo su TV Sorrisi e Canzoni, pugliesi per la precisione e da parte di madre (il cognome completo è Basanta Cariddi), è anche lei una piacevole sorpresa della quarta stagione. Nata a Madrid il 30 maggio 2001 e ha iniziato a studiare recitazione nel 2010, dunque a soli 9 anni, alla Scuola Municipale d’Arte Drammatica di Madrid; poi ha continuato al Centro de Nuevos Creadores Cristina Rota e allo Studio Juan Codina. Il suo esordio al cinema è stato nel film Il guardiano invisibile, diretto da Fernando González Molina, e ha avuto un piccolo ruolo in While at War di Alejandro Amenàbar. In Elite 4 interpreta il personaggio di Mencía Blanco, sorella minore di Ari.

Claudia Salas (Élite)

Rebeka, un personaggio già entrato nel cast di Élite alla terza stagione, è interpretata da Claudia Salas, attrice nata a Madrid il 23 luglio 1994. Ha studiato in una scuola di arti drammatiche e ha esordito in tv con la serie La peste all’età di 24 anni, dopo aver fatto molto teatro, in classici come Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare e L’importanza di chiamarsi Ernesto di Oscar Wilde.

Ester Expòsito (Élite)

Modella e attrice classe 2000, altra star di Élite, è tra i protagonisti del recente Bandidos, miniserie in 8 episodi.

Nicole Wallace

La giovane attrice ha dimostrato di avere grandi doti recitative e interpretative nel corso degli episodi della serie tv Netflix “Ni una más”. Nicole Wallace è nata nel 2002 a Madrid , ma il padre è originario degli Stati Uniti. L’attrice ha anche una sorella, diventata regista e scrittrice con cui ha un ottimo rapporto. Dopo il ruolo in “Skam España” (2018), adattamento della più famosa serie tv norvegese Skam e il film “È colpa mia?“, tratto dall’omonimo romanzo di Mercedes Ron e distribuito su Prime Video, l’attrice è stata presa come protagonista nella serie tv “Ni una más”, che affronta tematiche sociali molto delicate, viste e vissute attraverso la generazione degli adolescenti. Ci riferiamo alla violenza di genere e al bullismo.

Leggi anche ► â€œThe Recruit 2” si farà: quando esce la nuova stagione su Netflix?