Vai al contenuto
Home » “Inventing Anna”: la vera storia, raccontata su Netflix, della truffatrice russa (VIDEO)

“Inventing Anna”: la vera storia, raccontata su Netflix, della truffatrice russa (VIDEO)

Tag:
27/03/2024 15:16 - Ultimo aggiornamento 13/05/2024 20:07

Capita talvolta di imbattersi in storie talmente inverosimili che poi, in realtà, si scoprono essere storie vere e dunque meritano di essere raccontate. È il caso di un’abilissima truffatrice, la russa Anna Sorokin, che per quattro anni, dal 2013 al 2017, è riuscita a insinuarsi nell’alta società newyorkese e in quella di Los Angeles, spacciandosi per una ricca ereditiera tedesca e riuscendo a truffare non solo i suoi nuovi amici, ma anche hotel extralusso e persino alcune banche. In totale, le sue frodi ammontano a quasi 300mila dollari – solo quelle dimostrate. Inventing Anna è la miniserie del 2022 che, lungo i nove episodi, svela come tutto ciò sia stato possibile per una ragazza poco più che ventenne. È notizia recentissima che Netflix è stata citata in giudizio per diffamazione da un’amica di Anna, ma ci torneremo. (Continua a leggere dopo il TRAILER)
>>>  I film e le serie tv che lasceranno Netflix Italia alla fine di questo mese (maggio 2023)

Ti sei perso i titoli nuovi in uscita su Netflix questa settimana? Come sempre, sai che puoi trovare su Netflixmania i riepiloghi delle nuove uscite della settimana QUIE se ti sei perso il nostro articolo su tutte le uscite del mese di aprile, clicca QUI

Inventing Anna – La trama

Con un sapiente mix di indagini, procedimenti giudiziari e ampie parti narrative, scopriamo Anna “Delvey”, come si fa chiamare la finta ereditiera tedesca che, forte di un fondo fiduciario di 60 milioni di dollari che ovviamente non esiste, riesce a “scroccare” una vita agiatissima tra la Grande Mela e la California. La protagonista stringerà, dopo l’arresto, un rapporto di amore e odio con la giornalista Vivian, incaricata di seguire la sua storia, passata da megayacht e viaggi stravaganti a una prigione statunitense. Il suo sogno di creare la “Anna Delvey Foundation” – o almeno questa era la finalità con cui reperiva i fondi–, dunque, naufragherà definitivamente. ShondaLand, la casa di produzione di Shonda Rhimes di cui parleremo a breve, ha acquistato i diritti per raccontare su Netflix la storia di Anna, traendo spunto dall’inchiesta che il New York Magazine dedicò all’intera vicenda. La miniserie è impreziosita dall’interpretazione di Julia Garner, nota agli spettatori per il suo ruolo in Ozark (su Netflix), grazie al quale ha ottenuto per ben tre volte (2019, 2020 e 2022) il prestigioso Premio Emmy in qualità di Migliore attrice non protagonista, nonché, nella medesima categoria, il Golden Globe 2023. (Continua a leggere dopo la foto)

Inventing Anna Netflix miniserie

La storia vera di Anna e il potere dei social

Ma Anna Sorokin alias Delvey chi è? Anna è nata il 23 gennaio 1991 a DomodedovoRussia, ma si è ben presto trasferita in Germania. Cresciuta in una famiglia della classe media, con un padre che faceva il camionista e una madre a capo di un minimarket, Anna conduce una vita lontana anni luce dai canoni richiesti della città mondana di New York. Eppure ci è riuscita: presunta erede di un diplomatico tedesco, come si presentava sin dal 2013, appena 22enne, Anna Sorokin/Delvey esibiva un’ineccepibile gusto per l’arte e un guardaroba di classe, così ha persuaso il jet set americano di essere parte di quel mondo, ottenendo servizi di lusso a credito. Un ruolo determinante lo hanno rivestito i social, specie Instagram, dove restituiva l’idea di una vita agiata, tra viaggi di lusso e abiti di grido. Rachel DeLoache Williams, una delle ex migliori amiche della presunta ereditiera, ha raccontato in una intervista un aneddoto che è ripreso in uno degli episodi della miniserie: quando, in vacanza in Marocco con la Delvey, si è ritrovata a sborsare 60mila dollari per le spese dell’hotel dopo che la carta di credito dell’amica era stata “misteriosamente” rifiutata. Arrestata nel 2017, l’8 ottobre 2022 Anna è stata rilasciata sotto cauzione e condotta agli arresti domiciliari. La giornalista del New York Magazine Jessica Pressler, che aveva raccolto le incredibili confessioni della donna in carcere a Rikers Island, ha prodotto il reportage su cui è basata la miniserie.(Continua a leggere dopo la FOTO della vera Anna Sorokin)

La vera Anna Delvey, cioè Anna Sorokin, ha commentato di non avere particolare interesse nella visione dello show tratto dalle sue vicende:
“Non sono attratta dall’idea di guardare una versione finta di me stessa in questo manicomio criminale”.

Inventing Anna Netflix miniserie

Inventing Anna – Il cast

Julia Garner: Anna “Delvey” Sorokin
Anna Chlumsky: Vivian Kent
Arian Moayed: Todd Spodek
Katie Lowes: Rachel Williams
Alexis Floyd: Neff Davis
Laverne Cox: Kacy Duke
Anders Holm: Jack
Anna Deavere Smith: Maud
Jeff Perry: Lou
Terry Kinney: Barry

Inventing Anna – Un altro “colpo” di Shonda Rhimes

Shonda Rhimes, il cui sodalizio con Netflix, attraverso la sua casa di produzione ShondaLand, è sempre più proficuo, ci ha ancora visto lungo allorché ha acquisito i diritti per narrare questa incredibile ma vera storia, che ha sconvolto la New York bene. La Rhimes conferma il suo proverbiale intuito e, dopo i successi di Bridgerton e del suo spin-off Regina Carlotta, nonché delle serie un po’ più datate Le regole del delitto perfetto e Grey’s Anatomy, ci mostra nella miniserie il vero volto della società contemporanea: disposta a credere alle apparenze, di certo più seducenti di ogni verità. (Continua a leggere dopo al foto)

Inventing Anna Netflix miniserie

Netflix in tribunale per Inventing Anna

A citare in giudizio Netflix è stata proprio un’ex amica di Sorokin con l’accusa di diffamazione. Si tratta di Rachel DeLoache Williams che, secondo quanto sviluppato nella serie tv, sarebbe stata autrice dell’abbandono di Anna Sorokin in Marocco e anche colei che davanti alle autorità tradì la sua fiducia. Una versione dei fatti distorta, secondo Williams, apparsa eticamente scorretta nella miniserie. Secondo la versione della donna, la verità è diversa: non solo sarebbe stata vittima di Sorokin, ma si sarebbe ritrovata con meno di 62.000 dollari sul conto in seguito alla truffa. Seguiremo i prossimi sviluppi della vicenda legale.

Anna Sorokin e l’intervista alla CNN

Attualmente, la truffatrice russa, si trova ai domiciliari in un appartamento a Manhattan. Anna Sorokin ha lasciato il carcere dopo aver pagato una cauzione da 10mila dollari, ma rimane sotto la super visione delle autorità per l’immigrazione americane. In una intervista per la CNN, la giovane truffatrice, ha ammesso: “Mi merito una seconda opportunità, sono pentita di tutto quello che ho fatto, non commetterei gli stessi errori, spero di dimostrarlo agli americani“.

Inventing Anna | Info

Titolo originale: Inventing Anna
Paese: Stati Uniti d’America
Data di rilascio (in streaming su Netflix): 11 febbraio 2022
Genere: drammatico
Puntate: 9
Durata: 59-82 min (episodio)
Lingua originale: inglese
Ideatore: Shonda Rhimes