Vai al contenuto
Home » Davvero non sei abbonato a Netflix? Ecco le offerte e tutto quello che devi sapere

Davvero non sei abbonato a Netflix? Ecco le offerte e tutto quello che devi sapere

04/04/2023 07:00 - Ultimo aggiornamento 05/03/2024 11:37

Se siete tra i pochi che ancora non sono abbonati a Netflix, dovreste farlo. Per tanti motivi: è semplice, è economico, è un deterrente alla noia, puoi scegliere il piano tariffario più adatto a te. Inoltre, così potrete leggere i nostri articoli e farvi guidare tra le migliaia di titoli, tra film, serie tv e documentari che la piattaforma streaming più popolare del pianeta ci propone, e rinnovando continuamente l’offerta. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Quando esce Lupin 3? Grande attesa per la nuova stagione della serie Netflix
>>> Momento d’oro della Spagna! Ecco le migliori serie tv e i film spagnoli su Netflix

costi abbonamento netflix

Ti sei perso i titoli nuovi in uscita su Netflix questa settimana? Come sempre, sai che puoi trovare su Netflixmania i riepiloghi delle nuove uscite della settimana qui e la lista aggiornata delle migliori serie e i Top 10 film oggi qui. Dai anche un’occhiata al nostro elenco aggiornato delle nuove uscite di aprile.
>>> “Berlino”, confermato l’atteso spin-off di Netflix. Ecco quando esce

I piani tariffari

Oltre 223 milioni di persone nel mondo sono abbonate a Netflix, e nel nostro Paese una persona su sei: gli oltre 9 milioni di utenti italiani in realtà sono calcolati per difetto, se consideriamo le password condivise, ma su questo tema torneremo in seguito. Esaminiamo, ora, le varie offerte, precisando che gli utenti possono decidere in qualsiasi momento di disattivare il piano, senza costi o penali, e di riattivarlo successivamente alle stesse condizioni. La sottoscrizione avviene attraverso una carta di credito, intendendo anche una carta ricaricabile o anche una Postepay. Il primo passo è accedere al sito netflix.com/signup; quindi si sceglie il piano più adatto alle proprie esigenze.

Tariffa Base con pubblicità

Si tratta di una novità recente. Solo a partire dal 3 novembre 2022, infatti, Netflix ha introdotto nel proprio listino un nuovo piano Base, a partire da 5,49 euro mensili, con interruzioni pubblicitarie, proprio come avviene quando si guardano dei video su YouTube. È l’offerta più economica e dà possibilità di utilizzare la piattaforma su un solo dispositivo alla volta. Vengono mostrati in media 4-5 minuti di pubblicità per ogni ora di visione (all’inizio e durante il video), anche se la durata è variabile a seconda del contenuto che si sta guardando. Ogni spot avrà una durata media di 15-30 secondi. Attenzione: la funzionalità download in questo caso non funziona: il piano Base Netflix con pubblicità non ha la funzione per scaricare offline le puntate delle serie o i film che si vorrebbero guardare offline, presente, invece, nella versione Base senza spot e negli altri piani.

Tariffa Base (senza pubblicità)

La tariffa base, senza la pubblicità, costa appena poco più di 2 euro in più. Per 7,99 euro mensili, prevede contenuti a definizione in qualità HD e consente l’accesso da un solo dispositivo. È l’ideale, come la tariffa base con pubblicità, per chi vive da solo.

Tariffa Standard

È quella più diffusa, e al costo di 12,99 euro al mese, comporta la visione di film e serie in Full HD e consente l’accesso a due dispostivi contemporaneamente. Importante è sottolineare che Netflix non pone un limite al numero di dispositivi che si possono associare all’account – potenzialmente illimitato – ma solo alla contemporaneità della visione.

Tariffa Premium

A partire da 17,99 euro al mese, tutti i titoli potranno essere visti in Ultra-HD: in questo caso, l’accesso è consentito a ben quattro dispositivi in contemporanea.

Le offerte Inclusive

Alcune compagnie telefoniche o alcuni provider di Internet includono nel pacchetto delle proprie offerte la possibilità di usufruire dei contenuti della piattaforma. Lo stesso può accadere se si decide di passare a Sky Q, l’abbonamento che permette di vedere Sky e Netflix insieme.

La stretta sulle password condivise

Già in questo 2023 Netfilx potrebbe mettere fine alla possibilità di condividere la password del proprio account con persone esterne al nucleo domestico. Lo scriveva The Wall Street Journal già nei mesi scorsi, e peraltro i vertici di Netflix lo avevano già anticipato lo scorso ottobre. Infatti, il 2022 ha fatto riscontrare un calo di circa un milione di abbonati, contestualmente all’affermarsi di altre piattaforme, quali Amazon Prime Video e Disney+. Come sarà possibile, vi starete chiedendo, effettuare i controlli? Netflix potrebbe mettere in atto la nuova politica controllando a tappeto gli indirizzi Ip (il codice dei dispositivi che si connettono a Internet), monitorando gli Id (il nome utente di chi accede) e le attività degli account. Quando dovesse rilevare che un dispositivo è connesso ad un account che esula dalla rete domestica dell’utilizzatore, la piattaforma spedirà una comunicazione via mail all’intestatario dell’abbonamento contenente un codice di verifica di 4 cifre. Si potrà, eventualmente, sempre aggiungere un utente “extra” al costo, secondo quanto filtra, di 3 euro al mese.

Leggi anche…

FONTI

Netflix, The Wall Street Journal, Agenda online