Vai al contenuto
Home » “La ragazza di neve”, l’imperdibile serie spagnola. È una storia vera?

“La ragazza di neve”, l’imperdibile serie spagnola. È una storia vera?

Pubblicato: 05/04/2023 16:19

Un rompicapo che si scioglie col tempo, come la neve. L’angosciante storia raccontata dalla serie spagnola “La ragazza di neve” promette grande tensione psicologica e una trama circolare che vi lascerà senza fiato. Molto del fascino della serie è dovuto anche all’intensa interpretazione di Milena Smit Márquez, la Ana di Madres Parallelas di Pedro Almodóvar. Ma tutti i protagonisti evocano al meglio le cupe atmosfere invernali descritte nel romanzo di Javier Castillo da cui è tratta la serie stessa. “La ragazza di neve” e il romanzo sono a loro volta ispirati a una storia vera? Vi diremo questo e tutto ciò che sappiamo sull’imperdibile giallo spagnolo. Ed è ufficiale: ci sarà una seconda stagione! (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Ecco le migliori produzioni spagnole su Netflix, film e serie Tv

la ragazza di neve serie netflix

Ti sei perso i titoli nuovi in uscita su Netflix questa settimana? Come sempre, sai che puoi trovare su Netflixmania i riepiloghi delle nuove uscite della settimana qui e la lista aggiornata delle migliori serie e i Top 10 film oggi qui. Dai anche un’occhiata al nostro elenco aggiornato delle nuove uscite di aprile.
>>> Quando esce The Night Agent 2 su Netflix? È ufficiale: ci sarà la seconda stagione.
>>> â€œBridgerton 3”, la serie Netflix più attesa: ecco quando esce

La ragazza di neve | La trama

La miniserie, diretta da David Ulloa e Laura Alvea, creata da Jesús Mesas e Javier Andrés Roig, ruota attorno a un triangolo tutto femminile: l’investigatrice Belén Millán, la mamma della bambina, Ana Martín, e la stessa giornalista Miren. In realtà c’è una quarta protagonista femminile: proprio la piccola Amaya, la cui presenza magari non è fisica (non nelle prime quattro puntate, ma non vogliamo svelare troppo dell’appassionante intreccio) ma aleggia lungo tutta la vicenda. la serie tv riparte cinque anni dopo la scomparsa della bambina, dunque nel 2015, ed esattamente nel giorno del suo compleanno. Un passato di abusi, doloroso e rimosso per quanto traumatico, ma che la vicenda farà riemergere, è quello che spinge la giornalista Miren ad aprire un’indagine parallela.

La ragazza di neve | Il cast

Protagonista del cast di “La ragazza di neve” è l’affascinante Miren Rojo, nei panni di Milena Smit, insieme a José Coronado (nei panni di Eduardo), Aixa Villagrán (Belén Millán), Tristán Ulloa (David Luque), Loreto Mauleón (Ana Nuñez) e Raúl Prieto (Álvaro).

La ragazza di neve | Il trailer

La ragazza di neve | Info

. Data di pubblicazione: 27 gennaio 2023 (Netflix)
. Genere: Giallo
. Titolo originale: La chica de las nieves
. Stagioni: 1
. Episodi: 6
. Durata di ogni episodio: dai 42 ai 49 minuti
. Lingua originale: Spagnolo
. Regia: David Ulloa e Laura Alvea
. Paese: Spagna
. Ideatori: Jesús Mesas e Javier Andrés Roig
. Distributore: Neflix

La ragazza di neve | Una storia vera?

La giovane giornalista Miren Rojo (Milena Smit, candidata al premio Goya) proverà a ricostruire ciò che è accaduto quel maledetto 5 gennaio 2010, quando Amaya Martìn, una bambina di soli 3 anni e mezzo, scompare misteriosamente nel nulla, durante la Sfilata dei Re Magi nel centro di Malaga (la Cabalgada de los Reyes Magos). Una premessa angosciante e che rimanda a tanti casi di cronaca. La serie potrebbe sembrare una storia vera, ma non è reale. Tuttavia, e purtroppo, è verosimile: rimanendo nel nostro Paese, basti pensare alla misteriosa scomparsa delle piccole Denise Pipitone e Angela Celentano, solo per citare i casi più noti. Oppure, alla tragica vicenda della sparizione di Emanuela Orlandi, un caso che ha avuto una eco globale e un ritorno di interesse grazie alla serie, sempre visibile su Netflix, Vatican girl. Ma l’analogia che ravvediamo principalmente, anche per via dell’età della piccola, è quella di Madeleine McCann, sparita nel nulla durante una vacanza con i genitori. Purtroppo, in tutta Europa ogni anno scompaiono 250mila bambini e adolescenti: uno ogni due minuti, come ha quantificato, nel 2021, La Stampa. Purtroppo solo una piccola parte fa ritorno a casa. Un fenomeno silenzioso, che invece andrebbe urlato, se solo pensiamo alla vergognosa, infame e orrida piaga della pedofilia e al disgustoso sfruttamento sessuale di queste piccole e piccoli, che taluni sussurrano sia molto diffuso anche in certi ambienti d’élite, oppure al traffico di organi. Del romanzo dello scrittore malagueño Javier Castillo, su cui si basa la serie La ragazza di neve parliamo nel paragrafo successivo.

Il romanzo di Javier Castillo

La differenza, rispetto al romanzo “La ragazza di neve” di Javier Castillo (Salani, 2022, 352 pagine), risiede nel fatto che il romanzo è ambientato nel 1998 a New York e la bambina scomparsa si chiama Kiera Templeton. Cinque anni dopo la scomparsa, a casa Templeton, arriva una videocassetta in cui si vede una bambina che potrebbe essere Keira. È stato tradotto in Italia da Camilla Falsetti.

Leggi anche…  

FONTI: Netflix, IMBD, RAI Cultura, La Stampa

Ultimo Aggiornamento: 17/04/2023 23:11