Vai al contenuto
Home » “Hill House”: la serie inquietante di Netflix da recuperare a gennaio 2023

“Hill House”: la serie inquietante di Netflix da recuperare a gennaio 2023

The Haunting of hill house
25/01/2023 19:00 - Ultimo aggiornamento 30/01/2023 16:07

Serie Tv Netflix; “The Haunting of Hill House” una delle serie tv più acclamate dal pubblico presenta un approccio originale e una narrazione avvincente. Seppure sia uscita nel 2018 rimane una delle serie televisive più amate e spaventose di produzione Netflix. La componente principale, che caratterizza e diversifica “Hill House” dalle altre produzioni, è la continua tensione e partecipazione attiva che l’utente ha mentre guarda le puntate. La serie televisiva è composta da una stagione di 10 episodi ed è una creazione di Mike Flanagan. Uno dei registi più elogiati nell’horror degli ultimi tempi.

“The Haunting of Hill House” – la scheda

  • Data di pubblicazione: 2018 – Netflix
  • Genere: horror
  • Episodi: 10
  • Lingua originale: inglese
  • Ideatori: Mike Flanagan
  • Cast: Michiel Huisman, Carla Gugino, Timothy Hutton, Elizabeth Reaser, Oliver Jackson-Cohen, Henry Thomas, Kate Siegel e Victoria Pedretti, accanto a Lulu Wilson, McKenna Grace, Paxton Singleton, Violet McGraw e Julian Hilliard

“Hill House”: trailer, trama e cast

La serie è basata sul romanzo omonimo scritto da Shirley Jackson nel 1959. “The Haunting of Hill house” ci trasporta e ci fa vivere in prima persona ciò che accade all’interno della famiglia Crain. All’apparenza una famiglia senza segreti, dove il padre e suoi i cinque figli, ormai cresciuti, raccontano la loro infanzia passata all’interno di quelle mura che sarebbero poi diventate parti integranti della casa più infestata del paese. La serie “The Haunting of Hill House” pone al centro le dinamiche complesse familiari che a volte generano conflitti. Il regista ci illustra, rendendoci un pubblico attivo nella storia, attraverso i suoi flashback del passato dei protagonisti, quali sono i veri scheletri nell’armadio, ma soprattutto perché la protagonista principale di questa storia diventa la casa “Hill House”. Le ambientazioni sono cupe, inquietanti, sinistre ed è così che il regista ci fa capire come l’essere umano si sente nel sotterrare il proprio passato cercando di dimenticarlo, proprio come hanno fatto i componenti della famiglia Crain.

“L’horror è cambiato negli anni, c’è stato un periodo, fino a qualche tempo fa, in cui ci si accontentava di far sobbalzare la gente, ma ora vediamo che il pubblico è molto più sofisticato. Nella serie vogliamo tornare a quando l’horror trattava temi molto più profondi del fare semplicemente paura. Credo che la nostra vita sia piena di fantasmi, che prendono varie forme come i rimpianti, le memorie, la vergogna, la colpa e così via e volevo che il pubblico fosse costretto ad affrontare la durezza di queste cose all’interno del genere horror”.
Mike Flanagan

Mike Flanagan: la critica e le sue produzioni

“The Haunting of Hill House” è stata acclamata dalla critica, ha ricevuto recensioni positive da vari siti web critici specializzati. Su Rotten Tomatoes, la prima stagione ha ottenuto un punteggio di approvazione del 93% basato su 94 recensioni. La sintesi dei giudizi dei critici riportata sul sito recita: “The Haunting of Hill House è un’efficace storia di fantasmi la cui costante e crescente attesa è soddisfacente quanto la sua agghiacciante ricompensa.”

La serie è seguita da una seconda serie, presente su Netflix e diretta dallo stesso regista, chiamata “The Haunting of Bly Manor“. Mike Flanagan, inoltre, ha prodotto per la piattaforma altre serie tv come “Midnight Mass” (2021) e “The Midnight Club” (2022)