Vai al contenuto
Home » Vi sveliamo la nostra (personale) Top 10 dei film di guerra su Netflix

Vi sveliamo la nostra (personale) Top 10 dei film di guerra su Netflix

Pubblicato: 03/03/2023 21:37

Se siete tra coloro che, nel fine settimana, cercano un proposta alternativa, ecco la Top 10 dei film di guerra su Netflix. La Guerra nel Vietnam, la Prima e, soprattutto, la Seconda guerra mondiale, hanno ispirato una miriade di film, molti dei quali sono divenuti cult intramontabili. Tuttavia, dovendo restringere il campo, vi proponiamo la nostra (personale) Top 10 dei film a sfondo bellico presenti su Netflix, e sono tanti. Ci sentiamo anche di segnalare Fauda, che non è un film, bensì una serie Tv israeliana che, con il suo iperralismo, descrive benissimo il decennale conflitto israelo-palestinese.
Leggi anche>>> “La battaglia di Hacksaw Ridge”, il film di Mel Gibson (tratto da una storia vera) è su Netflix

Quelli che vi proponiamo sono film crudi, magari violenti, o necessariamente violenti: al fine di restituire l’orrore della guerra. Di tutte le guerre. Ecco la nostra selezione. (Continua a leggere dopo la foto)

top 10 film guerra netflix

“Full Metal Jacket” (1987)

In questa pellicola che è entrata nel mito, tra i migliori film di Stanley Kubrik, con Matthew Modine, Adam Baldwin e Vincent D’Onofrio, un gruppo di reclute dei marines in addestramento è affidato al sergente istruttore Hartmann, che crede di fare di loro dei veri soldati attraverso la violenza e l’umiliazione. La spedizione del plotone in Vietnam ne cambierà per sempre le esistenze.

“Flags of Our Fathers” (2006)

Diretto da Clint Eastwood, che è un ottimo regista, oltre che un noto attore, il film è basato sull’omonimo libro scritto da James Bradley e Ron Powers. “Flag of Our Fathers” racconta la battaglia di Iwo Jima dal punto di vista dei marines statunitensi. È anche la ricostruzione di come tre marines arrivarono ad essere fotografati nell’atto di innalzare la bandiera americana sul suolo giapponese di Iwo Jima. Uno scatto leggendario del Premio Pulitzer Joe Rosenthal.

“Dunkirk” (2017)

Diretto da Christopher Nolan, con Tom Hardy e Cillian Murphy, è incentrato sulla “Operazione Dynamo”, ovvero l’evacuazione navale su larga scala delle forze Alleate che ebbe luogo dal 27 maggio al 4 giugno 1940, che si svolse in 8 giorni e riuscì a salvare la vita a 338.226 soldati da un’imminente invasione. Il film ha ottenuto 8 candidature e vinto tre Premi Oscar nel 2017, ed è stato premiato ai David di Donatello dello stesso anno.

“Niente di nuovo sul fronte occidentale” (2022)

Niente di nuovo sul fronte occidentale è un serio candidato agli Oscar 2023 (in programma il prossimo 12 marzo). La pellicola è il terzo adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Erich Maria Remarque, del 1928 â€“ dopo il film del 1930 ed una versione più popolare del 1979 â€“ è ambientato nella primavera del 1917, tre anni dopo l’inizio della Prima guerra mondiale, quando già le cose volgevano al peggio per i tedeschi. Il diciassettenne Paul Bäumer si arruola volontario, assieme ai suoi compagni di scuola Albert Kropp, Franz Müller e Ludwig Behm. 

“La caduta” (2004)

Il film tedesco, diretto da Oliver Hirschbiegel, vede uno straordinario Bruno Ganz nei panni dell’Hitler degli ultimi giorni, in preda alla paranoia e alla sua follia criminale, rinchiuso nel bunker assieme ai fedelissimi, sino al fatidico giorno del suicidio.

“Black Hawk Dawn” (2001)

Tratto da una storia vera, il film del grande Ridley Scott, con Ewan McGregor ,è basato sul saggio storico scritto da Mark Bowden Black Hawk Down: A Story of Modern War, pubblicato nel 1999 e che tratta della battaglia di Mogadiscio (in Italia è stato pubblicato da Rizzoli nel 1999 con il titolo “Falco nero”). La pellicola è stata premiata nel 2002 con due premi Oscar: miglior sonoro e miglior montaggio dell’italiano Pietro Scalia.

“Salvate il soldato Ryan” (1998)

Diretto da un mostro sacro di Hollywood, Steven Spielberg, e con protagonista il bravissimo Tom Hanks, “Salvate il soldato Ryan” è uno dei must del cinema di guerra. Nei giorni seguenti lo sbarco in Normandia, una madre americana sta per ricevere nello stesso giorno la notizia della morte di tre dei suoi figli su diversi fronti della guerra. Il comandante in capo, il generale Marshall, dà dunque l’ordine che il quarto fratello, Ryan, sbarcato in Normandia, venga rintracciato e portato a casa.

“Bastardi senza gloria” (2009)

Diversamente dagli altri titoli proposti, il film scritto e diretto da Quentin Tarantino contiene anche una buona dose di ironia, utile a sdrammatizzare le brutalità della guerra. “Bastardi senza gloria” vede un cast di prim’ordine che comprende Brad Pitt, Christopher Waltz, Michael Fassbender, Mélanie Laurent e Diane Kruger. In Francia, durante la Seconda guerra mondiale, un gruppo di soldati americani di origine ebraica viene paracadutato sul suolo francese per una missione speciale. 

“1917” (2019)

 Il film, diretto da Sam Mendes, racconta un anno cruciale della Prima guerra mondiale, il 1917 appunto, dal punto di vista di due giovani caporali britannici, Schofield e Blake. Appartengono entrambi all’ottavo battaglione e, prima di essere camerati, sono innanzitutto amici. 

“I cannoni di Navarone” (1961)

E per finire un grande classico. Con Gregory Peck, il film diretto da J. Lee Thompson vede, durante la seconda Guerra Mondiale, la piccola isola di Keros in Grecia presidiata da duemila soldati inglesi. I tedeschi decidono di attaccarla. Gli alleati provano, dunque, a inviare navi di rinforzo ma è un compito arduo: la flotta deve passare davanti all’isola di Navarone, controllata da due micidiali cannoni nazisti.

Leggi anche…

FONTI

Netflix, IMDb, la Repubblica

Ultimo Aggiornamento: 03/03/2023 21:43