Vai al contenuto
Home » “Io sono l’abisso”, il film sta eguagliando il successo del romanzo: Carrisi non sbaglia un colpo

“Io sono l’abisso”, il film sta eguagliando il successo del romanzo: Carrisi non sbaglia un colpo

26/02/2023 19:08 - Ultimo aggiornamento 01/03/2023 12:02

Scrittore, drammaturgo, giornalista; ora anche regista. Stiamo parlando di Donato Carrisi, l’autore di romanzi tra il thriller e il noir di enorme successo, che firma anche la regia di “Io sono l’abisso”, il film italiano visibile distribuito nelle sale cinematografiche italiane il 27 ottobre 2022 e presente sul catalogo di Netflix da pochi giorni, che però, attualmente, è già il quinto più visto sulla piattaforma californiana in Italia. Il film riprende e sviluppa il soggetto del romanzo dello stesso Carrisi (Longanesi, 2020, 384 pagine) ovvero la storia si svolge sulle rive del Lago di Como e narra le vicende di tre personaggi in apparenza molto slegati tra loro ma con un destino in comune. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Tutto chiede salvezza”, dal romanzo alla serie (che in tre giorni ha stracciato i record)

Io sono l'abisso film netflix

Il trailer di “Io sono l’abisso”

“Io sono l’abisso”, la trama

Il film è ambientato in un paesino di provincia sul Lago di Como, dove si consuma ogni giorno una violenza contro le donne. Uno dei protagonisti è l’Uomo che pulisce (come si noterà, nessuno dei tre protagonisti principali è mai citato con il proprio nome di battesimo). Il netturbino è affitto da problemi mentali dovuti alle violenze fisiche e psicologiche subite da bambino da sua madre, Vera, una prostituta, e dai compagni di lei, ed è spinto a uccidere da un personaggio immaginario che “abita” in casa con lui. Vedrà la sua vita stravolta dall’incontro con la Ragazzina col ciuffo viola, una 13enne di buona famiglia che salva dall’annegamento dopo un tentativo di suicidio. Ma c’è un altro personaggio nel paesino, la Cacciatrice di mosche, alla ricerca di chi sta uccidendo donne con un particolare comune a tutte loro: i capelli biondi. Viene dunque trattato il tema del femminicidio. In Italia una donna muore ogni tre giorni per la sola colpa di essere donna. Questi i preoccupanti dati pubblicati qualche settimana fa dal Ministero dell’interno e che attestano che il 2022 appena trascorso è stato l’ennesimo anno insanguinato, conclusosi con numeri alti, altissimi, a dispetto di giornate dedicate alla sensibilizzazione contro la violenza sulle donne. 
Leggi anche: Quando esce Lupin 3? Grande attesa per la terza stagione su Netflix

Donato Carrisi, un successo dietro l’altro

Il talentuoso scrittore, sceneggiatore e regista non è nuovo a questi adattamenti: ha infatti diretto nel 2017 “La ragazza nella nebbia”, tratto dal suo omonimo romanzo e con cui ha vinto un David di Donatello 2018, e nel 2019 “L’uomo del labirinto”, anche questo tratto dal suo libro pubblicato due anni prima con Longanesi. “Io sono l’abisso” è dunque la terza pellicola di Carrisi, che ha all’attivo ben 14 tra libri e romanzi, e tutti di successo, con i cicli di Mila Vasquez, di Marcus e Sandra e di  Pietro Gerber. Nel 2018 Carrisi è diventato insegnante all’Università IULM, dove tiene il corso di “Scrittura di genere: thriller, noir, giallo, mystery” nel master di Arti del racconto.
Leggi anche: “Mare Fuori”: Ecco dove guardare tutte le stagioni

Il Cast di “Io sono l’abisso”

. Data di pubblicazione: 2022
. Genere: thriller, noir
. Lingua originale: italiano
. Regia: Donato Carrisi
. Durata: 126 minuti
. Soggetto originale: Donato Carrisi (romanzo)
. Scenografia: Maurizio Leonardi
. Casa di produzione: Palomar
. Distribuzione in italiano: Vision Distribution
CAST
Michela Cescon: La Cacciatrice di Mosche
Gabriel Montesi: L’Uomo che Puliva
Sara Ciocca: La Ragazzina col Ciuffo Viola
Giordana Faggiano: Carabiniere
Sergio Albelli: Il Prof
Saul Nanni: Raffaele

Leggi anche…

FONTI

Netflix, IMDb, Corriere della sera

Tag: