Vai al contenuto
Home » Il fenomeno della comicità a stelle e strisce. “Bert Kreischer: Razzle Dazzle” da oggi sbarca su Netflix

Il fenomeno della comicità a stelle e strisce. “Bert Kreischer: Razzle Dazzle” da oggi sbarca su Netflix

14/03/2023 15:48 - Ultimo aggiornamento 27/03/2023 23:21

Non è né un film né una serie, però vi assicuriamo che vi farà morire dal ridere. “Bert Kreischer: Razzle Dazzle” (traducibile in qualcosa di simile a “sfolgorante baldoria”) è il titolo comedy con Bert Kreischer in catalogo da oggi su Netflix. A lui dedichiamo l’ultimo paragrafo perché, se in America è famosissimo, in Italia forse non tutti lo conoscono. Si tratta del re della Stand-Up comedy, forma di spettacolo che ha preso piede anche in Italia: il comico si esibisce “in piedi” davanti ad un pubblico, e proprio con esso intrattiene un rapporto di interazione diretta. Viene meno, dunque, la cosiddetta quarta parete, il muro immaginario che sapara il palcoscenico dal pubblico. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Netflix Italia, le novità di marzo: tutte le nuove uscite di questo mese

Bert Kreischer: Razzle Dazzle netflix show

“Bert Kreischer: Razzle Dazzle” | Il trailer *in inglese

Razzle Dazzle | Il contenuto dello show

L’irriverente comico statunitense spara zero sugli umori corporei, sul bullismo che ha subito e subisce da parte delle sue due figlie e su un “escape room” in famiglia, che terminerà, ovviamente, in maniera esilarante. Dominatore assoluto della scena, in “Razzle Dazzle” è diretto da Jeff Tomsic, per la produzione di Netflix e Jax Media. Assieme a lui, impegnata nella produzione dello show è anche la moglie, LeeAnn.

Bert Kreischer | Tutto sul comico americano

A torso nudo, sudato e irrefrenabile. Il personaggio di Bert Kreischer è immediatamente riconoscibile e lo rende noto in America, anche per la sua comicità caustica, diretta, politicamente scorretta. L’interazione con il pubblico è la caratteristica principale della Stand-Up comedy e il punto di forza di Kreischer. Classe 1972, Albert Kreischer Jr., soprannominato The Machine, è cabarettista, attore e conduttore. Si parlava di lui già ai tempi del college: nel 1997 su Rolling Stones apparve l’articolo “Il miglior festaiolo della scuola più festaiola del Paese”, ovvero la Florida State University, dove si laureò in inglese e fu membro della confraternita Alpha Tau Omega, dedita a scherzi, bevute e goliardia. Tale articolo, peraltro, servì da spunto per il film “National Lampoon’s Van Wilder” (2002). La prima esperienza di Kreischer con la Stand-Up comedy è stata al Potbelly’s, un nightclub di Tallahassee, capitale della Florida. Apparso nei celeberrimi Late shows USA di David Letterman e Jimmy Kimmel, Kreischer nel 2009 realizzò il suo primo programma comico “Bert Kreischer: Comfortably Dumb”, su Comedy Central. Su Netflix lo si può vedere anche in “Bert Kreischer: Secret Time” (2018) e “Bert Kreischer: Hey Big Boy” (2020).

Leggi anche…

FONTI

Netflix, IMDb, Movieplayer, Teamworld

Tag: